MFW: day 4

Il 4° giorno della Milano Fashion Week è iniziato con la presentazione della prima collezione di pret-à-porter di Tod’s disegnata da Alessandra Facchinetti, figlia d’arte. Dopo aver collaborato con Miu Miu, Gucci, Moncler e Valentino sbarca da Tod’s; dove disegna la collezione donna P|E 2014. Crea una donna contemporanea che ama essere impeccabile in qualsiasi occasione; il tutto è reso grazie a capi semplici dalle linee pulite e mai sopra le righe. Si parte con semplici abiti in seta con arricciatura che segna il punto vita e maxi tasche a vista, per poi arrivare a completi dalla maglia over e gonna con mini spacchi in pelle realizzata a laser. Non mancano semplici chemisier di cotone inamidato con motivo a fori. Ma la vera ciliegina sono gli accessori: le calzature classiche della maison Tod’s vengono impreziosite da frange o da mini dettagli in plastica ma anche da multi cinturini, lo stesso per le borse. Inoltre, subisce una modifica la classica “D-Bag” che viene resa più rigida e compatta fino a diventare la “D-Cube”.

1

9

2

3

8

Dopo ci siamo recati alla sfilata di Emilio Pucci, che come di consueto si svolgeva all’interno dello storico Palazzo Serbelloni. Peter Dundas, designer del brand Fiorentino, porta in passerella una donna che si ispira al mondo dello sport ed a quello delle popolazioni Masai. Da qui possiamo capire perché vengono abbinati elegantissimi abiti realizzati a mano con il ricamo di perline tipico della popolazione Masai con cinture come quelle dei pugili ma anche pantaloni da jogging a mini blazer in raso. Presenti, anche, gli shorts da pugile abbinati a trasparenti bluse in seta e pantaloni da ciclista a top di perline. Le calzature subiscono anche loro la medesima influenza; tanto che sandali dal tacco 12 si chiudono con stringhe o richiamano gli stivaletti da boxeur.

7

4

6

5

Photos: www.google.com and Matteo Vanzulli.

Matteo Vanzulli